Maltrattamenti e violenze, cosa ereditiamo dal lockdown

104
violenza covid

Il male che ci lascia in eredità questo covid e i suoi lockdown sono gli sbalzi d’umore, che spesso sfociano in aggressività, maltrattamenti, violenze e sfoghi verbali: insomma tutto quello che turba la “sacra pace della famiglia”.

Sono migliaia, infatti, le chiamate ricevute dalle Centrali per denunciare liti degenerate all’interno del nucleo familiare e maltrattamenti domestici. Le convivenze coatte e la pressione psicologica determinata dalle varie “chiusure”, insomma, non hanno certamente favorito rapporti sereni e rilassati.

Basti pensare, ad esempio, alle numerose coppie in procinto di separarsi e invece ‘obbligate a sopportarsi’ nella medesima abitazione. È aumentata la violenza fisica e quella verbale, si sono perse le strutture che seguivano le famiglie caratterizzate da maggiori disagi, creando danni, forse irreparabili.

È dunque questo il bilancio negativo, da un punto di vista relazionale, legato alla pandemia da covid e ai conseguenti lockdown.

 

Sostieni Cattolici Online ❤️ Fai la tua Donazione

DONAZIONE LIBERA

Informazioni Personali

Totale Donazione: 5,00€

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome

Devi accettare la Privacy Policy prima di commentare.