- Pubblicità -

Sono 157 le vittime del volo Ethiopian, decollato da Addis Abeba e precipitato poco dopo la partenza. Sarebbero otto le vittime italiane: tre di loro facevano parte di una Onlus di Bergamo, la Africa Tremila, impegnata in tutto il mondo nella costruzione di strutture sanitarie. A perdere la vita sono stati il presidente della Onlus, Carlo Spini, sua moglie Gabriella Vigiani e il tesoriere Matteo Ravasio. Due consiglieri dell’associazione, Romina Russo e Roberto Spagnolo, raccontano a Fanpage l’impegno dei loro tre amici e il progetto di un ospedale in Sud Sudan che i tre stavano andando a inaugurare

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome