Massimo Giletti, il retroscena sull’addio alla Rai: “Un alto dirigente mi disse: così la tua carriera è finita”.

130
Massimo Giletti

Massimo Giletti:“Sono stato costretto a cambiare”. In un’intervista rilasciata alla La Stampa, è tornato a parlare del suo doloroso passato dalla Rai a La7. “In questo tempo sono cambiato perché sei costretto a farlo uscendo da una tempesta”.  L’addio dalla L’Arena e dalla Rai è stato segnato da veleni e polemiche, Urbano Cairo gli ha fornito l’opportunità e con Non è l’Arena ha preso il via una nuova fase della sua vita professionale.

Quando lasciai la Rai – spiega Gilettiera un salto nel buio. Una persona importante dell’azienda mi disse che rischiavo di chiudere la carriera. E invece eccomi qui”.

In questi anni nel suo programma Non è l’Arena ha realizzato molti scoop, ora purtroppo sono arrivate le minacce di morte da parte di Cosa Nostra, che lo hanno obbligano a vivere sotto scorta.

“La ricerca del peggio è parte dello spirito del tempo ma io la lascio agli altri. Non collaboro a peggiorare il tempo in cui vivo”, un messaggio diretto a Barbara D’Urso dice: “Fa un prodotto di successo però il successo in tv ultimamente si ottiene dando il peggio di sé”.

Abbiamo creato uno nuovo spazio di PREGHIERA 🙏

Invia la tua richiesta di Preghiera

Pregate per me! Un gesto semplice che da secoli aiuta gli uomini ad illuminare la speranza per qualcosa o a ricordare qualcuno. Un gesto semplice, per dire una preghiera, per ricordare la memoria di un nostro Caro, per chiedere aiuto se si è in difficoltà, per ringraziare un grazia ricevuta … Un modo per illuminare il nostro cuore e iniziare un nuovo giorno. (Clicca su Prega per me)

Sostieni Cattolici Online ❤️ Fai la tua Donazione

DONAZIONE LIBERA

Informazioni Personali

Totale Donazione: 5,00€

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome

Devi accettare la Privacy Policy prima di commentare.