UN VENTENNIO BUTTATO: L’AFGHANISTAN E’ TORNATO NELLE MANI DEI TALEBANI

189
I miliziani conquistano anche la capitale afghana

I miliziani conquistano anche la capitale afghana, evacuato il personale diplomatico di stanza a Kabul.

Dopo giorni di conquiste delle principali città dell’Afghanistan, i talebani sono entrati anche nella capitale Kabul. Il presidente Ashraf Ghani ha lasciato il Paese e, stando a quanto riferiscono i media locali, si è diretto in aereo nel vicino Tagikistan al fine di “evitare che si verificasse un bagno di sangue” nella capitale. Mentre i Paesi stranieri organizzavano l’evacuazione del personale diplomatico dispiegato in Afghanistan, l’aeroporto di Kabul è stato preso d’assalto dalla popolazione in fuga, alla ricerca di un volo per lasciare la città.

Intorno alle 23.30 italiane di domenica è decollato dall’aeroporto di Kabul un KC 767 dell’Aeronautica Militare per riportare in Italia personale diplomatico che era stanziato nella capitale afghana e alcuni ex collaboratori afghani.

Le milizie dei talebani hanno dichiarato che “la guerra in Afghanistan è conclusa“, e di aver “raggiunto ciò che volevano ottenere”, ovvero “la libertà” del Paese e “l’indipendenza” del popolo afghano. A rilasciare queste dichiarazioni, ai cronisti dell’emittente regionale Al Jazeera, è stato uno dei portavoce dei guerriglieri, Mohammad Naeem.

Le parole del dirigente dei talebani arrivano il giorno dopo il loro ingresso nella capitale Kabul, che è avvenuto senza che si verificassero combattimenti rilevanti. La presa della capitale è l’ultima tappa di un’offensiva che li ha visti conquistare 26 dei 34 capoluoghi di provincia del Paese in meno di due settimane.

Abdullah Abdullahm, presidente del Consiglio nazionale di riconciliazione afghano (Hcnr), l’organismo che si occupa di gestire le negoziazioni in corso in queste ore in Qatar tra i rappresentati delle parti locali alla presenza della comunità internazionale, ha commentato la partenza di Ghani affermando che il presidente “ha lasciato il Paese in una situazione difficile”, e che “Dio dovrebbe ritenerlo responsabile”.

Dirigenti dei talebani, che sono voluti rimanere anonimi, hanno riferito ai media internazionali che stanno richiamando rappresentanti dalla diverse province del Paese nell’ottica di istituire un governo, ma che per completare questo passaggio aspetteranno che tutte le forze militare stranieri abbiano lasciato l’Afghanistan.

Brando Ricci 

Sostieni Cattolici Online

Fai la tua Donazione

Abbiamo bisogno del Tuo aiuto

Per il tipo di servizio che cerchiamo di offrire in Cattolici Online vengono impegnate molte risorse e persone, i ricavi della pubblicità purtroppo non sono sufficienti per coprire i costi e così abbiamo deciso di chiedere il Tuo sostegno per continuare il percorso e poter ancora far crescere Cattolici Online.

Se credi in ciò che pubblichiamo ed ai servizi che eroghiamo ogni giorno, donaci un piccolo contributo.

Aiuta Cattolici Online, da sempre vicino a Te

Che Dio sia sempre con Te

Abbiamo creato uno nuovo spazio di PREGHIERA 🙏

Invia la tua richiesta di Preghiera

Pregate per me! Un gesto semplice che da secoli aiuta gli uomini ad illuminare la speranza per qualcosa o a ricordare qualcuno. Un gesto semplice, per dire una preghiera, per ricordare la memoria di un nostro Caro, per chiedere aiuto se si è in difficoltà, per ringraziare un grazia ricevuta … Un modo per illuminare il nostro cuore e iniziare un nuovo giorno. (Clicca su Prega per me)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome

Devi accettare la Privacy Policy prima di commentare.