Minacciata di morte perché malata di Coronavirus: il Sindaco interviene: “Avere il virus non è una colpa”

168

Rosalba la donna additata dai vicini come untrice: «Ho avuto paura per la mia vita». 

«Un episodio brutto e increscioso» l’ha dichiarato il sindaco del paese campano dove la donna è stata minacciata e insultata perché ha il Coronavirus.

Avere il coronavirus non deve essere una vergogna né deve essere motivo di discriminazione” Lo ha detto Enzo Guida primo cittadino di Cesa, provincia di Casertacon un messaggio a tutta la popolazione contro ogni tipo di violenza:

«Dobbiamo restare umani, dobbiamo essere civili. Contrarre il covid non è una colpa, soprattutto quando questa infezione ha assunto i caratteri della diffusione mondiale – continua -. Mi auguro che ciò non accada più ma soprattutto che si comprenda che dobbiamo dare una mano a chi soffre, chi sta combattendo una battaglia difficile, contro un nemico invisibile e subdolo. Deve vincere l’intelligenza e non la paura».

Seguici su Instagram

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Devi accettare la Privacy Policy prima di commentare.