I benefici dell’aloe

201
aloe vera

Sono davvero tanti i benefici che vengono attribuiti all’aloe e al succo che si ricava da questa pianta. Si tratta, infatti, di un prodotto – dalla consistenza simile a quella di un gel più che a quella di un succo come quelli a cui siamo abituati – che offre numerosi nutrimenti preziosi per la salute e il benessere delle persone.

Nella pianta è presente un principio attivo denominato aloina che può avere un effetto lassativo o irritare la mucosa intestinale se viene assunto con una notevole frequenza, ma non c’è nulla di cui preoccuparsi, perché il succo di aloe disponibile nei supermercati ne è privo.

L’azione antinfiammatoria dell’aloe

Sono riconosciute le proprietà lenitive e antinfiammatorie dell’aloe, con effetti benefici in modo particolare per l’intestino. Ciò si spiega grazie ai mucopolisaccaridi presenti all’interno della pianta, per effetto dei quali l’aloe è consigliata per il trattamento di varie tipologie di infiammazioni, come le gastriti e le coliti. L’aloe, poi, è in grado di riequilibrare la flora batterica e il pH in caso di intestino pigro, favorendo il completo ripristino delle funzionalità.

Le altre proprietà dell’aloe

L’assunzione di aloe, poi, è utile per prevenire i tipici malanni stagionali a cui si può andare incontro soprattutto in primavera e in autunno. Ciò avviene perché la pianta contiene i polisaccaridi derivati dal mannosio, che contribuiscono a stimolare le funzionalità del sistema immunitario.

Questi stessi polisaccaridi, per altro, sono alla base delle proprietà cicatrizzanti dell’aloe, che è molto utile per la sintesi del collagene: il che vuol dire che le articolazioni e le cartilagini risultano più lubrificate, e al tempo stesso viene favorita la rigenerazione delle cellule.

Ancora, è stato dimostrato che consumare il succo di aloe permette di contrastare l’azione della Candida albicans e di alcuni batteri, tra cui l’Escherichia coli. Ciò dipende da una molecola di nome acemannano che ha caratteristiche antineoplastiche, antivirali e immunostimolanti.

Diversi studi hanno messo in evidenza il ruolo svolto dall’aloe nel reagire agli attacchi provenienti da tali aggressioni e nel consolidare al tempo stesso il sistema immunitario.

I benefici disintossicanti

Il sodio e il calcio sono due dei principali minerali di cui è ricca l’aloe, che al tempo stesso è una fonte preziosa di vitamina C e di altre vitamine.

Ecco perché la pianta vanta proprietà antiossidanti e disintossicanti davvero importanti, complice la notevole quantità di acqua che la caratterizza. Con l’aiuto dell’aloe è possibile rallentare l’invecchiamento delle cellule e contrastare i radicali liberi, il che significa fare in modo che i capelli e la pelle restino sempre in salute.

Come consumare il succo di aloe

Ma quali sono gli accorgimenti da seguire per beneficiare di tutti questi effetti positivi dell’aloe? Prima di tutto è bene sapere che il succo deve essere bevuto a digiuno, al mattino, circa 15 minuti prima di fare colazione. Non è necessario berlo puro: lo si può mescolare a un altro succo o anche solo all’acqua. Non va bene, invece, metterlo in una bevanda calda, in quanto le vitamine patiscono le alte temperature.

Le informazioni riportate non sono consigli medici. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Devi accettare la Privacy Policy prima di commentare.