giovedì, Giugno 13, 2024

Notizie Cattoliche Online

Nostradamus: Il Mistero delle...

Nostradamus: Profeta o Visionario? Un'Analisi delle Sue Profezie e del Loro Esito. Quando si...

Variante Covid KP.2: La...

KP.2: Una Nuova Sfida Nell'Era Covid-19 Negli USA, l'emergere della variante KP.2 di Covid-19...

La Storia e il...

1° Maggio: Lavoro, Solidarietà e Futuro. Ogni anno, il 1° maggio si celebra la...

Le Maschere dell’Amicizia: Opportunismo...

Amicizie di Convenienza: Il Prezzo dell'Opportunismo. In un mondo di maschere lucide e sorrisi...
HomeAllerta saluteCoronavirus, che fare...

Coronavirus, che fare dopo essere entrati in contatto con un positivo?

- Advertisement -
- Advertisement -

Cosa fare se si è entrati in contatto con un positivo? E se si diventa positivi? Quanto dura la quarantena? Bisogna fare il tampone? Qualche dettaglio per fare chiarezza.

- Advertisement -

Le regole sono cambiate nei mesi, ma le ultime indicazioni a cui fare riferimento sono contenute in una circolare ministeriale del 12 ottobre.

- Advertisement - crossorigin="anonymous">

Le persone venute a contatto diretto con un positivo al coronavirus, se non hanno sintomi, posso percorrere due strade: rispettare un periodo di quarantena di 14 giorni dal contatto, finiti i quali possono uscire senza fare il tampone oppure stare a casa solo 10 giorni e poi eseguire un test antigenico o molecolare il decimo giorno. Se negativo, possono uscire.

- Advertisement -

Se invece si è entrati a contatto con un positivo e si diventa sintomatici il tampone è obbligatorio.


E se invece si risulta positivi al Sars-CoV-2?

Gli asintomatici devono rimanere in isolamento almeno 10 giorni dal test, poi eseguire un tampone molecolare. Se negativo, escono dall’isolamento.

Chi è positivo con sintomi, invece, deve stare 10 giorni in isolamento e poi eseguire un  test molecolare, ma solo se sono passati almeno 3 giorni, da calcolare nei 10 previsti, senza sintomi. Sono esclusi dai sintomi la perdita di gusto e olfatto, che possono durare nel tempo.

E se si continua a risultare positivi dopo due settimane, ma asintomatici? L’isolamento finisce comunque dopo 21 giorni dalla comparsa dei sintomi.

In ogni caso la prima cosa da fare è chiamare il proprio medico di base che allerterà se necessario l’ats e darà tutte le indicazioni in merito.

 

Trova altre notizie: Coronavirus
- Advertisement -

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato/a

Altri articoli

Preghiera a Padre Pio: “Ho tanto bisogno di Te”

O diletto figlio di San Francesco d’Assisi, che fosti chiamato da Dio a percorrere la via stretta dei consigli evangelici e ad assimilarti, ogni giorno, al mistero del Cristo Crocifisso, ora che godi della visione beatifica di Dio concedi...

Papa Francesco: “ al momento non ho intenzione di lasciare”

“AL MOMENTO NON HO INTENZIONE DI LASCIARE...”  IN UN’INTERVISTA A UN’EMITTENTE LATINOAMERICANA PAPA FRANCESCO FA SAPERE CHE "IN FUTURO LE DIMISSIONI DI UN PONTEFICE ANDRANNO DELINEATE UN PO’ MEGLIO”  BERGOGLIO HA AGGIUNTO CHE, SE MAI FACESSE UN PASSO INDIETRO,...

L’ultimo regalo di una mamma al figlio prima di morire: “Un libro per ogni futuro compleanno”

Laura le ha provate tutte pur di sconfiggere il male - scoperto ad ottobre - ma nulla è servito. E' deceduta lo scorso martedì nel suo letto Una toccante storia arriva dalla Toscana. Un libro per ogni futuro compleanno del...