domenica, Maggio 26, 2024

Notizie Cattoliche Online

Variante Covid KP.2: La...

KP.2: Una Nuova Sfida Nell'Era Covid-19 Negli USA, l'emergere della variante KP.2 di Covid-19...

La Storia e il...

1° Maggio: Lavoro, Solidarietà e Futuro. Ogni anno, il 1° maggio si celebra la...

Le Maschere dell’Amicizia: Opportunismo...

Amicizie di Convenienza: Il Prezzo dell'Opportunismo. In un mondo di maschere lucide e sorrisi...

Decifrando Proverbi: Saggi e...

“Chi semina vento, raccoglie tempesta”. 🌬️💨 Questo antico proverbio è un potente monito sulla causalità...
HomeItaliaEco-teppisti scatenano il...

Eco-teppisti scatenano il caos: versano liquido nero nella Fontana di Trevi, proteste e urla in piazza

- Advertisement -
- Advertisement -

Otto attivisti appartenenti al movimento “Ultima Generazione” hanno attuato una forma di protesta nella città di Roma, gettando un liquido nero, composto da carbone vegetale diluito in acqua, all’interno della Fontana di Trevi. Questi ambientalisti, che esibivano uno striscione con il messaggio “non paghiamo il fossile”, hanno espresso forti grida di denuncia come “il nostro paese sta morendo”, nonostante l’insulto dei passanti e dei turisti presenti sul luogo. Le autorità competenti, tra cui il Gruppo Trevi della polizia locale di Roma Capitale e la polizia, sono intervenute immediatamente per gestire la situazione. Tuttavia, l’atto ha suscitato nuovamente una controversia sulla validità di tali azioni di protesta. Stefano Pedica, segretario regionale del Lazio di +Europa, ha commentato: “Gli attivisti di Ultima Generazione non si fermano. Per difendere l’ambiente, continuano a organizzare forme di protesta discutibili, che includono il vandalismo di monumenti e sedi istituzionali. Ma davvero c’è qualcuno che crede che tali gesti siano utili per la protezione del pianeta?”.

- Advertisement -

Pedica ha poi sottolineato la necessità di aumentare i controlli nella città, che si è dimostrata ancora una volta vulnerabile. Successivamente, il movimento “Ultima Generazione” ha rilasciato una nota rivendicando l’azione, affermando che quattro persone legate alla campagna “non paghiamo il fossile” hanno versato il carbone vegetale diluito nella Fontana di Trevi. La protesta mirava a richiedere l’immediata cessazione dei sussidi pubblici per i combustibili fossili, che sono considerati la causa della crisi climatica che ha recentemente colpito l’Emilia Romagna e le Marche, causando gravi danni al territorio, la perdita di 14 vite umane, l’evacuazione di 10.000 persone dalle proprie abitazioni e il blackout per altre 28.000. Le forze dell’ordine hanno proceduto all’arresto degli attivisti dopo l’incidente.

- Advertisement -

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato/a

Altri articoli

Variante Covid KP.2: La Minaccia Estiva che Buca i Vaccini

KP.2: Una Nuova Sfida Nell'Era Covid-19 Negli USA, l'emergere della variante KP.2 di Covid-19 sta generando allarme, poiché sembra sfuggire in parte all'immunità sviluppata dalle infezioni passate e mostrare una resistenza parziale alle formule vaccinali aggiornate. Di seguito, vengono fornite...

La Storia e il Significato della Festa dei Lavoratori: Dalle Origini alle Celebrazioni Odierne.

1° Maggio: Lavoro, Solidarietà e Futuro. Ogni anno, il 1° maggio si celebra la Festa dei Lavoratori, un'occasione non solo per godersi un giorno di riposo, ma anche per riflettere sull'importante eredità delle lotte operaie. Questo giorno simboleggia la lotta...

Le Maschere dell’Amicizia: Opportunismo e Tradimento Nei Rapporti Umani.

Amicizie di Convenienza: Il Prezzo dell'Opportunismo. In un mondo di maschere lucide e sorrisi ingannevoli, l'amicizia troppo spesso si tinge di opportunismo, tessendo una trama amara di inganni e falsità. Come foglie che sussurrano promesse al vento solo per cadere...