Pisa, si scambiavano foto pedopornografiche su whatsapp e frasi di propaganda antisemita, accusati 8 minori

65

Un’inchiesta dalla Polizia di Pisa ha portato a indagare otto minorenni accusati, di diffusione di materiale pedopornografico, istigazione all’odio razziale per propaganda antisemita e detenzione illegale di strumenti atti all’offesa.

Tutti gli otto indagati vivono tra Pisa e provincia: a tutti è stato notificato l’avviso di chiusura indagini alla presenza dei rispettivi genitori. Avrebbero pubblicato e condiviso in chat “materiale proibito“, immagini con violenze su bambini e frasi inneggianti l’OlocaustoL’indagine è nata dalla costola di un altro procedimento penale, risalente alla fine del 2019 per violenza sessuale, vicenda giudiziaria che è stata chiusa con un’archiviazione.

Seguici su Instagram

Sostieni Cattolici Online ❤️ Fai la tua Donazione

DONAZIONE LIBERA

Informazioni Personali

Totale Donazione: 5,00€

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome

Devi accettare la Privacy Policy prima di commentare.