I nostri ricordi infantili non sempre corrispondono esattamente alla realtà

103

Il passato non esiste più, ma ha lasciato le sue tracce. Noi ora siamo così in base alla risultante di tutto ciò che è avvenuto in noi e fuori di noi nel tempo.

Persino molti dettagli che trascuriamo hanno lasciato un segno più o meno importante per la nostra esistenza. Ricordare il passato con serenità, senza giudicarci, ci aiuta a comprendere meglio noi stessi e le nostre reazioni.

Ma è necessario fare un certo silenzio interiore e lasciare che il flusso dei pensieri scorra nella nostra mente.

Che cos’è realmente un ricordo? La risposta non è scontata. Non è detto che il ricordo coincida perfettamente con l’evento che prendiamo in considerazione. Esso si è stratificato con altri ricordi simili.

La nostra immaginazione, poi, ricrea il contesto fidandosi dei dettagli.

Quando si è più anziani tendiamo ad edulcorare i ricordi dell’infanzia la quale ci appare spesso come un’età più felice e spensierata.

Ma in genere non è stata così come ce la ricordiamo.

È disagevole far emergere i veri stati d’animo della nostra infanzia: le paure, le emozioni, i sentimenti, gli stati dolorosi e la noia che abbiamo provato realmente ci appaiono ora più annacquati.

Il tempo ha levigato molti nostri ricordi proprio per renderci la vita meno spiacevole. Tutto sommato, è meglio così, perché ogni persona coltiva i propri sogni traendo la loro materia dalla realtà.

Ma poi li trasforma in vista della sua evoluzione orientata alla Trascendenza.

Sostieni Cattolici Online ❤️ Fai la tua Donazione

DONAZIONE LIBERA

Informazioni Personali

Totale Donazione: 5,00€

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome

Devi accettare la Privacy Policy prima di commentare.