Medjugorje la Madonna si lascia toccare: il Suo mantello macchiato dai nostri peccati 

291
Medjugorje la Madonna si lascia toccare: il Suo mantello macchiato dai nostri peccati 

Il 2 agosto 1981, 40 persone furono in grado di percepire la presenza della Madre Celeste con loro in quel momento. la Madonna disse ai veggenti: “Andate tutti insieme sul prato di Gumno. Un grande combattimento sta per svolgersi. Un combattimento tra mio Figlio e Satana. Le anime umane ne sono la posta”I veggenti raccontano a tutti quanto detto da Maria, e si insieme si recano nel posto indicato.
Giunti nel posto venne detto loro “Tutti i presenti possono toccarmi. Voi veggenti prendete le loro mani e avvicinatele a Me”.

Il mantello della Madonna Macchiato dai peccati 

I ragazzi guidano le persone tenendosi per mano e ad avvicinarsi al posto dove sapevano che Nostra Signora lì attendeva.In quel momento tutti si sentivano diversamente, alcune persone hanno sentito il freddo gelido, chi ha sentito il caldo, chi ha sentito la scossa elettrica e ha visto immagini di colori diversi, ma tutti hanno sentito chiaramente la presenza della Madonna.
I veggenti ricordano chiaramente che quando i fedeli toccavano il manto della Madonna si formavano delle macchie e chiesero a Maria  di cosa si trattasse, la risposta fu che erano i peccati commessi. Finito il momento di contatto la Madre di Dio disse loro andate a confessarvi e tutti lo fecero.

FILMATO STORICO – Il dott. Bošnjak e la dott.ssa Glamuzina parlano dei primi giorni delle apparizioni. La dott.ssa Glamuzina ha anche toccato sulla collina il vestito della Madonna. Testimonianze tratte dal DVD “Cari Angeli miei” scritto e diretto da Dea Boic – Estratto dal video


Intervista di Frà Janko Bubalo e   Vicka Ivankovic’ 
   

Bijakovici

LA MADONNA SI LASCIA TOCCARE
Janko: Ho sentito da molte persone, parlando e confessando, che hanno avuto la fortuna di toccare la Madonna o di essere baciate da lei. Ti ricordi qualcosa di questo?
Vicka: Sì. Si sono verificati simili casi diverse volte.
Janko: Mi puoi dire qualcosa di più preciso?
Vicka: Certo che posso farlo. Ti ricordi anche tu il caso del nostro Marinko; la Madonna lo ha baciato perché si è sacrificato molto e ha sofferto molto per lei.
Janko: Me ne ricordo bene. Ma prima ancora è successo che la Madonna ha permesso di essere toccata.
Vicka: E quando?
Janko: Mi riferisco a quella volta, quando al tocco di alcuni rimaneva una macchia sul vestito della Madonna [vedi capitolo 42].
Vicka: Sì, si. Te ne sei ricordato prima di me. Adesso mi viene in mente un altro episodio particolare.
Janko: Allora dimmelo.
Vicka: È successo il giorno prima di aver baciato Marinko.
Janko: Che cosa?
Vicka: Alcuni hanno chiesto di toccare la Madonna, ma lei non lo ha permesso; anzi, è subito scomparsa.
Janko: E allora?
Vicka: Aspetta! Quindici giorni dopo la Madonna è venuta avvolta di luce speciale ed ha invitato tutti quelli che erano nella stanza a toccarla. Ha chiesto pure se loro sentono questo contatto.
Janko: E loro?
Vicka: Alcuni dicevano di sentirlo, altri no. Poi ha dato a tutti la benedizione e se n’è andata.
Janko: Non ti ricordi altri episodi di questo tipo?
Vicka: Sì. Lo sapevo che a te non basta mai. Sfogliando un mio quaderno, ho visto che prima del Natale del primo anno [1981] molti hanno toccato la Madonna durante un’apparizione serale.
Janko: Come la toccavano?
Vicka: Noi dicevamo dove dovevano toccare e loro la toccavano.
Janko: La sentivano anche loro?
Vicka: La maggior parte sì. Una ragazza ha emesso un urlo quando l’ha toccata. Ha poi detto che la mano le si era impigliata nella corona della Madonna.
Janko: Ti ricordi chi è questa ragazza?
Vicka: Sì che me ne ricordo; ma questo non è importante.
Janko: E la Madonna?
Vicka: La Madonna era contenta. Ci ha salutato e se n’è andata.
Janko: Non ti ricordi altri fatti del genere?
Vicka: Come si fa a ricordare tutto! Hanno parlato anche gli altri, ma io non mi ricordo. Lasciamo stare.
Janko: Va bene, Vicka. La Madonna non ha mai toccato qualche volta voi veggenti?
Vicka: Questo non si conta neanche. Quante volte ci ha abbracciato e baciato, ed anche noi con lei…
Janko: Beati voi, Vicka! Queste cose noi dobbiamo aspettarle ancora.
Vicka: L’importante è che il momento arrivi. E questo momento verrà presto.
Janko: Grazie a Dio! Hai detto bene: l’importante è che il momento arrivi.

Sostieni Cattolici Online ❤️ Fai la tua Donazione

DONAZIONE LIBERA

Informazioni Personali

Totale Donazione: 5,00€

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome

Devi accettare la Privacy Policy prima di commentare.