ULTIMI ARTICOLI

Il caldo non dà tregua, ecco le città da bollino rosso

Un’ondata di calore così prolungata a giugno è anomala, dicono gli esperti. E nei prossimi giorni non sono previsti abbassamenti di temperatura.

“Quello che ci aspettiamo nei prossimi giorni è ancora un proseguimento di questa ondata di calore che ormai sta durando da maggio, con alternanza anche di alcune giornate un po’ più fresche che, però, saranno davvero poche. Le temperature non cambieranno di molto su tutta la Penisola. Un’altra cosa che ci dobbiamo ancora aspettare sono le piogge che abbiamo visto nei giorni scorsi, anche abbastanza importanti, soprattutto sull’Italia nord-orientale”. Lo afferma alla Dire Marina Baldi, climatologa del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr).

UN’ONDATA DI CALORE COSÍ PRECOCE E PROLUNGATA È ANOMALA

Baldi sottolinea che si tratta di temperature anomale per questo periodo dell’anno. “Questa ondata di calore è cominciata già a maggio- spiega- è un qualcosa che non vedevamo da un po’ di anni. Abbiamo registrato altre ondate di calore nel mese di maggio o a inizio giugno negli anni scorsi ma non così prolungate nel tempo. Ormai siamo al 23 giugno e praticamente non abbiamo avuto grandi interruzioni di questo fenomeno”.

L’EMERGENZA IDRICA

Secondo Baldi, “per l’Italia si può parlare di un’emergenza idrica e di un’emergenza siccità, come abbiamo visto in questi ultimi giorni. Si sta analizzando la situazione, si stanno tenendo sotto osservazione tutti i bacini perchè durante l’inverno le piogge, le precipitazioni e anche la neve sono state veramente scarse. Abbiamo un’emergenza siccità che probabilmente dovrà portare a decisioni a livello di Governo”.

LE CITTÀ DA BOLLINO ROSSO

La climatologa del Cnr informa che sono inoltre attese criticità sul fronte delle temperature così elevate, soprattutto negli agglomerati urbani. “Anche oggi- sottolinea Baldi- abbiamo alcune città che sono a bollino rosso. A Bologna, oggi e nei prossimi giorni è previsto un livello 3, quindi rosso. A Campobasso, che oggi è a un livello 2, ovvero arancione, da domani è previsto un livello 3, così come a Firenze. Pescara oggi è arancione ma per domani e dopodomani è previsto il colore rosso. Poi abbiamo altre città che sono in arancione: Messina, per domani e dopodomani, Catania, oggi e domani, Palermo, Perugia, Rieti e Reggio Calabria. Insomma, ne abbiamo diverse sparse un po’ in tutta Italia”, conclude. Francesco Demofonti Agenzia DIRE www.dire.it Abbiamo creato uno nuovo spazio di PREGHIERA 🙏

Invia la tua richiesta di Preghiera

Pregate per me! Un gesto semplice che da secoli aiuta gli uomini ad illuminare la speranza per qualcosa o a ricordare qualcuno. Un gesto semplice, per dire una preghiera, per ricordare la memoria di un nostro Caro, per chiedere aiuto se si è in difficoltà, per ringraziare un grazia ricevuta … Un modo per illuminare il nostro cuore e iniziare un nuovo giorno. (Clicca su Prega per me)

Omicidio Elena, La madre confessa: “Non ho voluto guardare mentre la colpivo”

Ogni giorno che passa, questo immane dramma si arricchisce di un pezzo.

Emergono nuovi inquietanti aggiornamenti sulla tragedia della piccola Elena Del Pozzo, bambina di 5 anni uccisa dalla madre Martina Patti.Il ‘Corriere della Sera’ e ‘La Sicilia’ hanno riportato alcuni stralci dell’ordinanza cautelare del giudice delle indagini preliminari di Catania Daniela Monaco Crea.

“Martina Patti è sempre stata nel pieno delle sue facoltà”

Martina Patti non ha mostrato segni di pentimento per quello che ha fatto alla piccola Elena. Una donna ‘lucida e calcolatrice‘. La bimba è stata “vittima di una morte violenta, particolarmente cruenta ed anche lenta” ed è stata uccisa da una donna che in tutte le fasi dell’omicidio ‘deve essere stata necessariamente nel pieno delle sue facoltà‘. Queste alcuni parti  di quanto scritto dal giudice Daniela Monaco Crea nelle 15 pagine dell’ordinanza cautelare in carcere emessa nei confronti di Martina Patti.

“Ero girata, non volevo guardarla”, la confessione di Martina Patti

Ogni giorno che passa, questo immane dramma si arricchisce di un pezzo. Martina Patti ha raccontato al giudice di ‘aver portato Elena in questo campo e le ho fato del male e non ricordo altro’ e di avere ‘una cosa lunga tipo coltello, non ricordo dove l’ho preso‘. Il momento dell’accoltellamento, la donna, dice di non ricordarlo ‘ero girata e non volevo guardare‘. Fonte: vocedinapoli.it 
Una preghiera per la piccola Elena
Venite, Santi di Dio, accorrete, Angeli del Signore. Accogliete l’anima di questa povera creatura e presentatela al trono dell’ Altissimo. Ti accolga Cristo e gli Angeli ti conducano con Abramo in paradiso. Accogliete l’anima di Elena e presentatela al trono dell’ Altissimo. L’eterno riposo donale, o Signore, e splenda a lei la luce perpetua. Accogliete la sua anima e presentatela al trono dell’ Altissimo Abbiamo creato uno nuovo spazio di PREGHIERA 🙏

Invia la tua richiesta di Preghiera

Pregate per me! Un gesto semplice che da secoli aiuta gli uomini ad illuminare la speranza per qualcosa o a ricordare qualcuno. Un gesto semplice, per dire una preghiera, per ricordare la memoria di un nostro Caro, per chiedere aiuto se si è in difficoltà, per ringraziare un grazia ricevuta … Un modo per illuminare il nostro cuore e iniziare un nuovo giorno. (Clicca su Prega per me)

BEATA VERGINE MARIA CONSOLATRICE (LA CONSOLATA)

Chi non vi amerà, o amabilissima Madre mia Maria?  Voi per mille titoli siete la nostra Consolatrice  tale essendovi sempre dimostrata nel Vostro Santuario di Torino,  dove nessuno mai fece ricorso senza ricevervi il conforto  e la consolazione di cui abbisognava.

Voi, dopo Dio, siete l’oggetto più caro del tenero del mio cuore. A Voi Mi consacro: dedicandomi tutto al Vostro amore, sono certo di amare Gesù Vostro divin Figliuolo. 

Assistetemi, o Madre Consolata;  affinché sotto il manto della Vostra protezione,  io possa conservarmi nella grazia di Dio e quando partirò da questa terra, io possa, insieme con Voi,  godere per sempre il Vostro Gesù in Cielo.  Così sia.  Si recitino tre Ave Maria.

Patrona della Città di Torino   PREGHIERA

Vergine Consolata, Sposa dello Spirito SantoMadre della Chiesa e dell’umanità, hai concepito il Verbo di Dio fatto uomo: tu sei per noi speranza e consolazione.

Sotto la Croce stai in silenzio, e con fede accogli la volontà del Padre. Aiutaci o Maria, a rimanere accantoa chi lotta e soffre per la vita. Ricolmaci del tuo materno amore, rendici un cuor solo e un’anima sola, per proclamare quanto è grande il Signore e infinita la sua misericordia. Vergine Consolata, Madre nostra,accompagnaci nel cammino della vita e per la tua premurosa intercessione ottienici le grazie che ti domandiamo. Amen. Imprimatur, 8 febbraio 2008 † Ennio Card. Antonelli Arcivescovo di Firenze Abbiamo creato uno nuovo spazio di PREGHIERA 🙏

Invia la tua richiesta di Preghiera

Pregate per me! Un gesto semplice che da secoli aiuta gli uomini ad illuminare la speranza per qualcosa o a ricordare qualcuno. Un gesto semplice, per dire una preghiera, per ricordare la memoria di un nostro Caro, per chiedere aiuto se si è in difficoltà, per ringraziare un grazia ricevuta … Un modo per illuminare il nostro cuore e iniziare un nuovo giorno. (Clicca su Prega per me)

Avere figli? Secondo il 63% delle donne limita la carriera (e i guadagni)

Per il 77% delle donne intervistate (tra i 25 e i 34 anni), la società di oggi pone le donne di fronte alla scelta tra famiglia e carriera: i dati del sondaggio di Freeda

In merito alla parità di genere, l’Italia si classifica al quattordicesimo posto tra i Paesi dell’Unione Europea, con un punteggio di 4,4 punti sotto la media. Le ceo sono diminuite di un punto percentuale, attestandosi al 3%. Notizie negative anche sul fronte della natalità: -1,3% di nascite nel 2021, rispetto all’anno precedente. Partendo da queste premesse, Freeda, leader in Italia tra le digital media company, ha interrogato la sua community, composta prevalentemente da donne tra i 25 e i 34 anni, sul tema della conciliazione tra maternità e lavoro, per indagare le criticità legate al genere. L’indagine ha riguardato anche Regno Unito, Spagna e America Latina: gli altri Paesi dove opera la piattaforma per sensibilizzare e informare su diversity e inclusione. Lo studio nasce da un’idea di Silvia Sciorilli Borrelli, corrispondente a Milano per il Financial Times, che in un passaggio del suo libro “L’età del cambiamento. Come ridiventare un Paese per giovani” (Solferino) ha cercato di capire le ragioni per le quali l’Italia è uno dei Paesi dell’Ocse con il più basso tasso di natalità. Il campione coinvolto dall’indagine ritiene, al 77%, che la società contemporanea ponga le donne di fronte a una scelta tra carriera e famiglia. Inoltre, il 64% delle intervistate pensa che avere figli in età giovanile sia un limite per carriera e guadagno, il 63% che avere figli sia un ostacolo in generale per il proprio sviluppo professionale e il 59% ha paura di comunicare una gravidanza ai propri superiori. Si noti che al 42% delle intervistate durante un colloquio di lavoro, sono state chieste informazioni rispetto all’intenzione di avere dei figli. “La politica del congedo parentale condiviso rappresenta una modalità efficace per superare lo stereotipo culturale che demanda alle donne la cura della famiglia e dei figli, a discapito dello sviluppo professionale- commenta Andrea Scotti Calderini, ceo e co-fondatore di Freeda- Ascoltando la nostra community, principalmente composta da giovani della Generazione Z e Millennial, si evince preoccupazione attorno al tema della maternità e alla possibilità che possa rappresentare per le donne un ‘gradino rotto’, ossia un momento di svantaggio competitivo rispetto ai colleghi. È necessario che imprese e politica lavorino insieme per promuovere un nuovo approccio a favore dell’inclusione e della parità di genere. A questo proposito, i nuovi media hanno una grande responsabilità per sensibilizzare e stimolare un cambio di passo”. “Il sondaggio conferma quello che a livello aneddotico sappiamo tutti: in Italia fare figli e anche carriera non conviene, oppure, semplicemente, non è possibile”, ha dichiarato Silvia Sciorilli Borrelli, che ribadisce: “Occorrono riforme e misure a supporto delle famiglie, ma il cambiamento più urgente riguarda la percezione della genitorialità e deve essere prima di tutto culturale”. Guardando al campione italiano, l’82% delle intervistate sostiene che il congedo parentale obbligatorio per il padre aiuti a conciliare le attività legate alla famiglia con il lavoro e contribuisca ad una ripartizione più equa delle responsabilità tra i genitori. Alla domanda del sondaggio “Pensi di volere figli?”, il 69% delle intervistate ha risposto “Sì” (percentuale che arriva al 76% per l’Italia). Tra le motivazioni comunicate a sostegno del “No”, per il 49% delle rispondenti ci sono proprio le potenziali conseguenze negative sulla carriera. Tra le mamme, il 21% ha dovuto smettere di allattare a causa del lavoro, mentre il 53% ha continuato fino a quando non ha deciso liberamente di smettere.

Fonte: Agenzia DiRE  www.dire.it.

Abbiamo creato uno nuovo spazio di PREGHIERA 🙏

Invia la tua richiesta di Preghiera

Pregate per me! Un gesto semplice che da secoli aiuta gli uomini ad illuminare la speranza per qualcosa o a ricordare qualcuno. Un gesto semplice, per dire una preghiera, per ricordare la memoria di un nostro Caro, per chiedere aiuto se si è in difficoltà, per ringraziare un grazia ricevuta … Un modo per illuminare il nostro cuore e iniziare un nuovo giorno. (Clicca su Prega per me)

TERRIBILE SCOPERTA: “ELENA E’ STATA SEPOLTA QUANDO ERA ANCORA VIVA”

“ELENA E’ STATA SEPOLTA QUANDO ERA ANCORA VIVA”  IL GIP CONFERMA IL CARCERE PER MARTINA PATTI, LA MAMMA CHE VICINO CATANIA HA UCCISO CON 11 COLTELLATE LA FIGLIA DI 5 ANNI: 

HA AGITO CON LUCIDA FREDDEZZA”, RESTANO DIVERSI PUNTI OSCURI: QUALCUNO L’HA AIUTATA? NEMMENO IL MOVENTE È CHIARO. PER IL MOMENTO SI SOSPETTA UNA VENDETTA NEI CONFRONTI DELL’EX COMPAGNO, CHE AVEVA PRESENTATO ALLA PICCOLA LA NUOVA FIDANZATA IN RETE IERI MINACCE E INSULTI: “MARCISCI IN CARCERE, SEI UNA MERDA DI DONNA. HAI UCCISO TUA FIGLIA, IL SANGUE DEL TUO SANGUE”: L’ACCOUNT PERO’ NON E’ QUELLO DI MARTINA, BENSI’ DI UNA…Continua a leggere Fonte:Dagospia.com

Una preghiera per la piccola Elena
Venite, Santi di Dio, accorrete, Angeli del Signore. Accogliete l’anima di questa povera creatura e presentatela al trono dell’ Altissimo. Ti accolga Cristo e gli Angeli ti conducano con Abramo in paradiso. Accogliete l’anima di Elena e presentatela al trono dell’ Altissimo. L’eterno riposo donale, o Signore, e splenda a lei la luce perpetua. Accogliete la sua anima e presentatela al trono dell’ Altissimo Abbiamo creato uno nuovo spazio di PREGHIERA 🙏

Invia la tua richiesta di Preghiera

Pregate per me! Un gesto semplice che da secoli aiuta gli uomini ad illuminare la speranza per qualcosa o a ricordare qualcuno. Un gesto semplice, per dire una preghiera, per ricordare la memoria di un nostro Caro, per chiedere aiuto se si è in difficoltà, per ringraziare un grazia ricevuta … Un modo per illuminare il nostro cuore e iniziare un nuovo giorno. (Clicca su Prega per me)

Creiamo un rapporto personale con il nostro Padre Celeste attraverso la Preghiera: quando senti che ti mancano le forze, recita queste Preghiere

0
PREGHIAMO LA TUA MISERICORDIA Padre onnipotente, preghiamo la tua misericordia: donaci non solo di ascoltare la tua parola, ma anche di metterla in pratica. Distruggi in noi ciò che deve essere distrutto e vivifica ciò che deve essere vivificato. Concedici, Padre santo, di credere con il cuore, di professare con la parola, di confermare con le opere la tua alleanza con noi. Così gli uomini, vedendo le nostre opere buone, glorificheranno Te, Padre nostro che sei nei cieli. Per Gesù Cristo nostro Signore, al quale spetta la gloria nei secoli dei secoli.          ORIGENE III SEC. STAMMI VICINO Stammi vicino, Dio mio: tu sei colui che cerco, che amo, che adoro con tutta la forza di cui sono capace. Ti ho cercato, o Signore della vita, e tu mi hai fatto il dono di trovarti: Te, io voglio amare, mio Dio. Perde la vita, chi non ama Te: chi non vive per Te, Signore, è niente e vive per il nulla. Accresci in me, ti prego, il desiderio di conoscerti e di amarti, Dio mio: dammi, Signore, ciò che ti domando. Anche se tu mi dessi il mondo intero, ma non mi donassi te stesso, non saprei cosa farmene, Signore. Donami Te stesso, Dio mio! Ecco, Ti amo, Signore: aiutami ad amarti di più.                                                                                    ANSELMO DI AOSTA (1033-1109) TI AMO, MIO DIO Ti amo, mio Dio, e il mio unico desiderio è di amarti fino all’ultimo respiro della mia vita. Ti amo, o Dio, infinitamente amabile, e preferisco morire amandoti, piuttosto che vivere un solo istante senza amarti. Ti amo, Signore, e l’unica grazia che ti chiedo, è di amarti eternamente. Ti amo, mio Dio, e desidero il cielo, soltanto per avere la felicità di amarti perfettamente. Mio Dio, se la mia lingua non può dire ad ogni istante: ti amo, voglio che il mio cuore Te lo ripeta ogni volta che respiro. Ti amo, o divino Salvatore, perché sei stato crocifisso per me, e mi tieni quaggiù crocifisso con te. Mio Dio, fammi la grazia di morire amandoti e sapendo che ti amo.                                                         GIOVANNI MARIA VIANNEY (1786-1859) Abbiamo creato uno nuovo spazio di PREGHIERA 🙏

Invia la tua richiesta di Preghiera

Pregate per me! Un gesto semplice che da secoli aiuta gli uomini ad illuminare la speranza per qualcosa o a ricordare qualcuno. Un gesto semplice, per dire una preghiera, per ricordare la memoria di un nostro Caro, per chiedere aiuto se si è in difficoltà, per ringraziare un grazia ricevuta … Un modo per illuminare il nostro cuore e iniziare un nuovo giorno. (Clicca su Prega per me)